Wikiclassica
Calendario
 
 
   
 
 

Wikiclassica.mo

wikiclassica.mo presenta, per la sua quinta edizione, un programma dedicato come di consueto alla conoscenza, alla divulgazione e all’ascolto della musica classica vissute dal pubblico attraverso il racconto e la partecipazione attiva dei musicisti. I programmi sono pensati come vivace stimolo all’ascolto, affiancando all’esempio di brani noti e particolarmente accessibili a ogni tipo di pubblico, curiosità e angoli meno frequentati del repertorio. Apre la rassegna Toscanini al Conservatorio di Parma, esecuzione di brani orchestrali composti da Toscanini per i saggi finali della Regia Scuola di Musica di Parma e della sua lirica Desolazione per tenore e orchestra. Completano il programma brani di Schubert e Verdi, e un brano scritto per l’occasione da un allievo di Composizione del Conservatorio di Parma.

Nel segno di Bach propone tre gioielli del repertorio cameristico uniti dal filo rosso dell’arte contrappuntistica. A fianco di Pierpaolo Maurizi, Enrico Bronzi, uno dei più noti violoncellisti italiani e docente al Mozarteum di Salisburgo.

A seguire Camiño - in cammino per Santiago, progetto di quattro musiciste galiziane residenti a Bruxelles rivisita in chiave popolare e contemporanea un poliedrico repertorio di musica e danze spagnole e presenta l’ultimo successo discografico uscito nel 2017 per Homerecords.

In Contrappunto a due voci, il giornalista e musicologo Sandro Cappelletto, storico conduttore dei programmi classici di Rai Radio 3, racconterà al pubblico i segreti dell’Arte della fuga di Bach accompagnando le esecuzioni di Maria Perrotta, apprezzata interprete bachiana da oltre un decennio, anche per la casa discografica Decca.

A conclusione della rassegna, Debussy - preraffaellita, impressionista, simbolista, astrattista, un altro appuntamento pianistico, questa volta condotto da Piero Rattalino, didatta di fama e uno dei più prestigiosi storici del pianoforte a livello internazionale. L’incontro è dedicato a Debussy, nei 100 anni dalla morte, e al suo affascinante universo poetico e musicale, vera e propria rivoluzione sui tasti bianchi e neri a cavallo del Novecento.

La scelta degli interpreti, che accanto all’esecuzione illustrano i brani e come sono stati costruiti e concepiti dal punto di vista della forma e dello stile, vuole affiancare l’esperienza di musicisti affermati del panorama nazionale a musicisti o formazioni giovani o di recente costituzione.

Il programma della rassegna viene presentato con la collaborazione della Gioventù Musicale d’Italia, sede di Modena, nella cui stagione si inscrivono gli appuntamenti del 17 dicembre e dell’11 febbraio.

Info biglietti

 

APPUNTAMENTI

TOSCANINI AL CONSERVATORIO DI PARMA Sabato 4 novembre 2017 - ore 17.00
TOSCANINI AL CONSERVATORIO DI PARMA
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO

“ARRIGO BOITO” DI PARMA

In collaborazione con Conservatorio "Lucio Campiani" di Mantova
"Giuseppe Nicolini" di Piacenza e ISSM "Orazio Vecchi" di Modena
e Achille Peri" di Reggio Emilia

Woong Cha direttore
(vincitore secondo premio - primo non assegnato - del X Concorso Internazionale
di Direzione d’Orchestra "Arturo Toscanini" 2017)

Presentazione di Carlo Lo Presti 
Toscanini si diploma in Composizione

ARTURO TOSCANINI

Andante in Mib (anno scolastico 1883-84)*
Scherzo in Sol minore
(anno scolastico 1883-84)*
Ouverture in Sol
(anno scolastico 1884-85)*
Desolazione
per tenore e orchestra** Tenore Ha Taesun

GIUSEPPE VERDI

Introduzione al Terzetto dai Lombardi alla prima crociata
(con cadenze solistiche composte da Toscanini per Enrico Polo nell'autunno 1887)***
Violino solista
Luca Fanfoni
Allievo dei corsi di Composizione del Conservatorio di Parma

DANIEL ESPEN

 Danza alla sorgente della vita

FRANZ SCHUBERT

Sinfonia D 759 Incompiuta
Allegro moderato
Andante con moto

 

* Trascrizione dal manoscritto ed edizione a cura di Gabriele Mendolicchio

 ** Trascrizione dal manoscritto ed edizione a cura di Francesco De Mattia

*** Versione per archi di Giovanni Veneri 2012

 

Nato a Parma il 25 marzo 1867, a nove anni Toscanini entrò con una borsa di studio nel collegio della Regia Scuola di Musica, l’attuale Conservatorio, diplomandosi nel 1885 in violoncello e composizione. La sua avventurosa carriera musicale lo portò, non solo a diventare uno dei più celebrati interpreti del repertorio sinfonico e operistico, ma ad attuare, come direttore teatrale, alcune delle innovazioni tutt’ora in corso nei teatri d’opera.

L’Orchestra del Conservatorio di Parma, in occasione del 150 anni dalla nascita, presenta le composizioni orchestrali che Toscanini scrisse per i saggi e le prove del diploma. Furono anche i primi brani che diresse, secondo la prassi comune dei saggi pubblici degli allievi. I brani mostrano non solo il talento e la padronanza musicale che Toscanini mise in seguito a servizio della direzione d’orchestra, ma anche i gusti e le tendenze musicali in uso delle scuole di musica al tempo della sua formazione.

Ospite del concerto il violinista Luca Fanfoni, docente al Conservatorio di Parma e violinista di prestigio nazionale.

 

 


TOSCANINI AL CONSERVATORIO DI PARMATOSCANINI AL CONSERVATORIO DI PARMA

NEL SEGNO DI BACH Domenica 10 dicembre 2017 - ore 17.00
NEL SEGNO DI BACH
ENRICO BRONZI VIOLONCELLO - PIERPAOLO MAURIZZI PIANOFORTE
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

ENRICO BRONZI violoncello
PIERPAOLO MAURIZZI pianoforte

JOHANN SEBASTIAN BACH

Chromatische Fantasie und Fuge BWV 903
trascrizione per violoncello e pianoforte di Ferruccio Busoni
 

LUDWIG VAN BEETHOVEN

Sonata n. 5 in re maggiore op. 102 n. 2
per violoncello e pianoforte 

JOHANNES BRAHMS

Sonata n. 1 in mi minore op. 38
per violoncello e pianoforte



CAMINO Domenica 17 dicembre 2017 - ore 17.00
CAMINO
Da Bruxelles a Santiago
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

In collaborazione con GMI

Ensemble IALMA

Veronica Codesal voce e percussioni

Natalia Codesal voce e percussioni

Magali Menendez voce e percussioni

Marisol Palomo voce e percussioni

Quentin Dujardin chitarra e direzione artistica

Didier Laloy organetto diatonicoÑ

L'ARTE DELLA FUGA Domenica 11 febbraio 2018 - ore 17.00
L'ARTE DELLA FUGA
Contrappunto per voce e pianoforte
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

In collaborazione con GMI

MARIA PERROTTA pianoforte

SANDRO CAPPELLETTO voce

 

JOHANN SEBASTIAN BACH

L’arte della fuga

 

DEBUSSY (1862-1918) Domenica 18 febbraio 2018 - ore 17.00
DEBUSSY (1862-1918)
Preraffaelita, impressionista, simbolista, astrattista
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

ILIA KIM pianoforte

Introduzione all’ascolto PIERO RATTALINO

CLAUDE DEBUSSY

Deux Arabesques (1888-1891)
Clair de lune (1890)
Tarantelle styrienne (1890)
La soirée dans Grenade (1903)
L'isle joyeuse (1904)
Ondine (1910)
La Cathédrale engloutie (1908)
Ce qu'a vu le vent d'ouest (1908)
La plus que lente (1910)
Hommage à Haydn (1909)
Étude pour les octaves (1915)

 
 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com