News
Calendario
 
 
   
 
 

NEWS - Notizie e Iniziative dal Teatro

AUDIZIONI CORO
AUDIZIONI CORO
iscrizioni entro il 3 settembre

Audizioni integrative di canto lirico per artisti del coro per la stagione 2018-2019

 

Iscrizioni: entro e non oltre il 3 settembre 2018
Audizioni: 10 e 11 settembre 2018

La Fondazione Teatro Comunale di Modena indice un'audizione per artisti del coro: Soprani, Mezzosoprani, Contralti, Tenori,  Baritoni e Bassi

Clicca qui per scaricare la domanda di partecipazione

Il candidato sarà valutato nell'ascolto di due arie dal repertorio operistico tradizionale

Le audizioni si terranno presso il Teatro Luciano Pavarotti, ingresso da via del Teatro 8 – Modena.
I candidati riceveranno una e-mail con la conferma del giorno e dell'orario per la propria audizione.

Per informazioni tel. 059 2033030
info@teatrocomunalemodena.it


Nuovo trattamento dati
Nuovo trattamento dati
per gli iscritti alla newsletter

Gentile Sig.ra/Sig.re

 Come stabilito dal Regolamento Europeo 2016/679 che si occupa della protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, di seguito le forniamo le seguenti informazioni:

a)      Il titolare del trattamento dei suoi dati è la Fondazione Teatro di Modena L. Pavarotti con sede legale in Via del teatro,8 41121 Modena (MO) contattabile, oltre che all’indirizzo suddetto, anche al n. tel. 059/2033020 n.  fax 059/2033021 e alla e-mail info@teatrocomunelemodena.it

b)      La finalità del trattamento dei suoi dati è:

  • relativa alla iscrizione alle newsletter per ricevere informazioni riguardanti le attività tipiche del titolare del trattamento, quali eventi teatrali e culturali, iniziative specifiche ed aggiornamenti sugli eventi programmati e/o in programmazione. La base giuridica del trattamento è il suo consenso.

c)       Nei limiti pertinenti alla finalità di trattamento suindicata, i suoi dati potranno essere comunicati a partner, società di consulenza, aziende private, enti pubblici, nominati Responsabili dal Titolare del Trattamento. I Suoi dati non saranno in alcun modo oggetto di diffusione. I Responsabili del trattamento  sono puntualmente individuati nel Documento redatto dalla scrivente e relativo agli adempimenti imposti dalla normativa, aggiornato con cadenza periodica.

d)      I suoi dati non saranno trasferiti a paesi terzi né ad organizzazioni internazionali.

e)      I dati raccolti verranno conservati per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati e in base agli obblighi di legge relativi alla conservazione. La verifica sulla obsolescenza dei dati conservati in relazione alle finalità per cui sono stati raccolti viene effettuata periodicamente.  

f)       Lei ha il diritto di:

- chiedere l’accesso ai suoi dati personali, la loro rettifica, la cancellazione, la limitazione e l’opposizione al trattamento e alla portabilità dei dati;

- revocare il consenso in qualsiasi momento senza che ciò pregiudichi la liceità del consenso manifestato prima della sua revoca;

- proporre reclamo ad una autorità di controllo Garante per il trattamento dei dati personali Piazza di Monte Citorio n. 121 00186 ROMA Fax: 06.69677.3785 Centralino telefonico: 06/696771  E-mail: garante@gpdp.it PEC: protocollo@pec.gdp.it

g)      Le ricordiamo che l’acquisizione dei suoi dati per la finalità di cui alla lettera b) è un requisito necessario per la sua iscrizione alla newsletter, in mancanza non potremo procedere alla sua iscrizione.

h)      La informiamo infine che non esiste nessun processo decisionale automatizzato nei sui confronti e che non utilizzeremo meccanismi automatizzati per profilarla, cioè per attribuirle alcune caratteristiche utili per mandarle comunicazioni commerciali personalizzate.

i)        In caso di nostre mancanze potrà rivolgersi a: tel. 059/2033020 n.  fax 059/2033021 e alla e-mail info@teatrocomunelemodena.it

Concerti stagione 2018-19
Concerti stagione 2018-19

Esecuzioni storiche, celebri pagine sinfoniche, nuova musica, grandi solisti, orchestre prestigiose e curiosità del repertorio classico sono in programma nella prossima stagione di concerti al Teatro Comunale Luciano Pavarotti che ospiterà fra altri la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly, I Virtuosi dei Berliner Philharmoniker, il pianista Grigory Sokolov e l’ensemble francese Les Siècles.


Sarà quest’ultimo ad aprire il cartellone martedì 16 ottobre 2018 con musiche di César Franck, Camille Saint-Saëns e l’amatissimo Concerto in sol maggiore di Ravel nell’esecuzione del pianista François Dumont. Guidato da François-Xavier Roth, Les Siècles è un complesso che raccoglie musicisti eccellenti dai migliori ensemble francesi con l’obiettivo di ricreare l'universo sonoro ed estetico di brani non solo antichi, ma anche classici, romantici e del Novecento.

L’appuntamento del 30 ottobre vedrà il solista Markus Placci impegnato in due opere contemporanee per violino e orchestra d’archi, diversissime fra loro, ma entrambe ispirate al più noto Concerto di Vivaldi, Le Quattro Stagioni di Max Richter e quelle di Astor Piazzolla. Il primo brano (in cui la partitura originale viene ricontestualizzata da musica ambient) ha debuttato al Barbican Centre di Londra nel 2012 ed è uscito in disco per l’etichetta Deutsche Grammophon raccogliendo oltre un milione di preferenze dalla piattaforma streaming Spotify. Las Cuatro Estaciones porteñas sono state scritte invece dal più grande autore di tango pensando alla sua città, Buenos Aires.

Si riascolterà a Modena (29 novembre), a distanza di quasi sei anni, Grigory Sokolov, pianista russo che dopo le tante collaborazioni con orchestre come New York Philharmonic, Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, Philharmonia di Londra e Munich Philharmonic, ha deciso di concentrare la propria attività ai recital solistici e alle incisioni realizzate in esclusiva per l'etichetta Deutsche Grammophon.

Torna a Modena anche Stefan Anton Reck alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini per una nuova esecuzione mahleriana, questa volta della Sesta Sinfonia, da molti anni assente dai cartelloni del Teatro. Reck è riconosciuto a livello internazionale come profondo conoscitore della musica di Wagner, Mahler e della seconda Scuola di Vienna; è stato a lungo assistente di Claudio Abbado dirigendo la Mahler Chamber Orchestra e la Gustav Mahler Jugendorchester.

Anche la Nordwestdeutsche Philharmonie ritornerà nel cartellone modenese (26 gennaio) insieme al suo direttore principale, Yves Abel, dopo il concerto dell’ottobre 2015. In programma, insieme all’Ottava Sinfonia di Beethoven e all’Ouverture Leonore, il Concerto in re maggiore di Čajkovskij affidato alla violinista coreano-americana Esther Yoo, Artist-in-Residence della Royal Philharmonic Orchestra, con la quale nel 2017 ha eseguito lo stesso brano diretta da Vladimir Ashkenazy per l’incisione Deutsche Grammophon.

Attesissimo giovedì 7 marzo il concerto della Filarmonica Della Scala guidata dal suo direttore stabile Riccardo Chailly. In programma la Quinta Sinfonia di Mahler, la più nota dell’autore e virtuosistico affresco musicale, filosofico e spirituale. Per la sua attività nella stagione lirica scaligera, l’Orchestra è stata premiata a Londra quale ‘Miglior orchestra al mondo’ nel 2018 dagli International Opera Awards.

Si terrà il 21 marzo il terzo degli appuntamenti programmati con la Württembergische Philharmonie di Reutlingen che torna a Modena con un nuovo programma e con la Seconda Sinfonia di Charles Ives, brano raramente eseguito e qui interpretato dall’americano Fawzi Haimor, dal 2016 direttore principale dell’Orchestra. In programma anche il Primo concerto di Brahms nell’esecuzione di Dejan Lazić, giovane pianista nato a Zagabria, cresciuto a Salisburgo, dove ha studiato presso il Mozarteum, e ora residente ad Amsterdam. La sua figura è nota internazionalmente anche per l’arrangiamento e l’adattamento pianistico di capolavori classici, come il Concerto per violino e orchestra di Brahms, interpretato al pianoforte con la Atlanta Symphony Orchestra, ai BBC Proms e al Concertgebouw di Amsterdam.

I Virtuosi dei Berliner Philharmoniker (31 marzo) sono fra i numerosi e più affermati gruppi da camera formati da musicisti della celeberrima orchestra tedesca. Nati nel 1993 e guidati da Laurentius Dinca, hanno riscosso successo in tutto il mondo affrontando un repertorio che spazia dai classici viennesi alla musica popolare, con incursioni nel jazz e nel tango. In programma a Modena anche un brano di Arturo Cardelús (1981), compositore spagnolo residente a Los Angeles che si è affermato in campo cinematografico attraverso numerosi titoli fra i quali la serie Netflix dedicata al Papa “Chiamatemi Francesco”.

Fuori abbonamento (19 gennaio), il consueto appuntamento presentato con gli Amici della Musica di Modena e dedicato al Giorno della Memoria. Questa volta sarà Guido Barbieri, voce nota di Rai Radio 3 oltre che apprezzato autore e musicologo, a raccontare fra musiche di Bach, Messiaen, Hidemith, Bartók e Prokof’ev, l’incredibile vicenda di Jean Le Boulaire, dapprima violinista del Quatuor pour la fin du temps di Olivier Messiaen nel campo di concentramento di Görlitz e poi, in una seconda vita, protagonista insieme a Jean Gabin della serie televisiva francese dedicata al Commissario Maigret.

Si comunica infine che a partire da quest’anno l’orario dei concerti è stato anticipato alle 20.30.

 

IL PROGRAMMA CON LE INFORMAZIONI

ABBONAMENTI E BIGLIETTI

Pagina   di 29

 

Diventiamo Amici?

 

 

 

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com