Concerti
Calendario
 
 
   
 
 

STAGIONE 2016/17 | CONCERTI

 La Stagione   |  Presentazione   |  Info   |  Abbonamenti   |  Biglietti   |  Attività concertistica
 

Presentazione

La Fondazione Teatro Comunale di Modena presenta una stagione concertistica improntata come di consueto sul repertorio sinfonico e sull'ospitalità di orchestre rappresentative di un panorama internazionale, vario e diversificato, che quest'anno si estende, oltre a rinomati complessi nazionali come la Filarmonica della Scala, a orchestre e solisti emergenti come la cinese Hangzhou Philharmonic Orchestra, a eccellenze meno note ma altamente selezionale come la tedesca Cappella Aquileia. In cartellone sono presenti solisti di fama mondiale come il violoncellista americano Lynn Harrell, giovani interpreti affermati a livello internazionale come la violinista Anna Tifu o il pianista Alessandro Taverna, e musicisti che rappresentano un punto di riferimento ormai storico nell'interpretazione del repertorio classico, come Michele Campanella o Krystian Zimerman.

Domenica 16 ottobre apre la Stagione la Nordwestdeutsche Philharmonie diretta da Simon Gaudenz con un programma dal grande repertorio romantico che vede ospite Lynn Harrell, uno dei protagonisti della scena musicale statunitense, nell'esecuzione del primo Concerto di Saint-Saëns.

Il 15 novembre si esibirà il complesso cinese della Hangzhou Philharmonic Orchestra diretta da Yang Yang. Yang Yang ha vinto nel 2006 il concorso Dimitri Mitropoulos e ha diretto complessi quali la Deutsches Symphonie Orchester di Berlino e le filarmoniche di Colonia, Stoccarda, Roma e dell'Opera di Verona.

La Filarmonica Arturo Toscanini sarà a Modena il 20 novembre diretta da Gianluigi Gelmetti per eseguire la Nona Sinfonia di Schubert e il Concerto n. 21 in do maggiore di Mozart con il pianista Michele Campanella. Considerato uno dei maggiori virtuosi, protagonista della vita musicale italiana, Michele Campanella ha affrontato in oltre quarant’anni di attività molte fra le principali pagine della letteratura pianistica, realizzando storiche registrazioni per le maggiori etichette discografiche ed esibendosi al fianco di direttori quali Claudio Abbado, Riccardo Muti e Christian Thielemann. Direttore ospite delle maggiori orchestre, già direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma, Gianluigi Gelmetti è stato insignito dell’onorificenza di “Chevalier de l’ordre des Arts et des Lettres” in Francia e di quella di “Cavaliere di Gran Croce” in Italia, il massimo riconoscimento della Repubblica.

Giovedì 24 novembre alle ore 21 si ascolterà in una rara occasione, fuori abbonamento, Krystian Zimerman, considerato uno dei più grandi pianisti viventi.

Sempre fuori abbonamento si terrà, sabato 21 gennaio, il consueto concerto dedicato alla memoria della Shoah ebraica: una stimolante riflessione fatta di musiche nuove, di repertorio, e di letture che da oltre dieci anni il Teatro Comunale produce in collaborazione con gli Amici della Musica di Modena.

Attesa per lunedì 13 febbraio la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly con Alessandro Taverna al pianoforte per un programma che comprende, oltre alla popolarissima Suite per orchestra jazz n. 1 di Dmitrij Šostakovič, la Sinfonia n. 12 in re minore op. 112 dello stesso autore e il Primo Concerto di Liszt. Riccardo Chailly è dal 2015 direttore principale del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala con cui ha programmato un denso calendario di tournée internazionali e incisioni discografiche. Fra i principali attori della scena musicale internazionale, è Grand’Ufficiale della Repubblica Italiana, Cavaliere dell’Ordine del Leone d’Olanda, e Officier de l’Ordre des Arts et des Lettres .

Alessandro Taverna si esibisce in tutto il mondo nelle più importanti sale e stagioni musicali, quali Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Salle Cortot di Parigi, Konzerthaus di Berlino, Maggio Musicale Fiorentino, MITO Settembre Musica. Nel 2012 ha ricevuto al Quirinale, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Premio Sinopoli, che gli è stato attribuito per meriti artistici e per la sua carriera internazionale.

Si rinnova venerdì 17 marzo l'appuntamento cameristico proposto la scorsa stagione da Pierpaolo Maurizzi e Yves Savary, affiancati per l'occasione da David Schultheiss in un concerto dedicato al Trio del primo romanticismo viennese. Ospite in numerosi festival in tutta Europa come primo violino del Quartetto Amira, David Schultheiss è stato primo violino solista della Essen Chamber Orchestra e della Chamber Orchestra Württemberg Heilbronn e dal 2009 ricopre il medesimo ruolo presso la Bayerische Staatsoper di Monaco. Dal 1986 Yves Savary è violoncello solista della stessa orchestra, affiancando a un'intensa attività da camera esecuzioni solistiche con direttori quali Wolfgang Sawallisch, Zubin Mehta e Kent Nagano. Pierpaolo Maurizzi, che dal 2003 si esibisce in duo con Savary, è fondatore del Trio Brahms e si è esibito in Europa, Stati Uniti, Canada e America del Sud, invitato nei maggiori festival di centri quali Monaco di Baviera, Vienna, Salisburgo, Praga e Venezia.

La Cappella Aquileia diretta da Marcus Bosch con la violinista Anna Tifu eseguiranno venerdì 31 marzo un programma con la Sinfonia n. 39 e n. 41 di Mozart e il Secondo Concerto di Prokofiev. Apprezzato interprete di Tristan und Isolde di Wagner la scorsa stagione al Teatro Comunale, Marcus Bosch è attivo quale direttore ospite in Europa, Asia e Stati Uniti. Dal 2011 è direttore musicale del Teatro di Stato di Norimberga. È cofondatore e direttore di Cappella Aquileia, complesso da camera con sede a Heidenheim che raccoglie affermati musicisti europei per realizzare esecuzioni con prassi originale e con particolare riferimento all'eccellenza del repertorio romantico. Vincitrice nel 2007 del concorso George Enescu di Bucarest, Anna Tifu è considerata una delle maggiori violiniste della sua generazione. Allieva di Salvatore Accardo e del Curtis Institute di Boston, ha debuttato a soli 12 anni alla Scala di Milano con il primo concerto di Bruch, intraprendendo una carriera che l’ha portata a comparire come solista con le maggiori orchestre e accanto a direttori quali Gustavo Dudamel e Yuri Temirkanov.

La Filarmonica Arturo Toscanini ritornerà il 14 aprile per un appuntamento fuori abbonamento dedicato al sinfonismo romantico nell'interpretazione di Yves Abel, uno fra i più apprezzati direttori. Già ascoltato l'anno scorso a Modena alla guida della Nordwestdeutsche Philharmonie, della quale è direttore principale, Yves Abel è stato dal 2005 al 2011 direttore ospite principale della Deutsche Oper di Berlino ed è ospite regolare dei più prestigiosi teatri, quali Metropolitan Opera di New York, Covent Garden di Londra, Wiener Staatsoper, Teatro alla Scala, Opéra National de Paris, Lyric Opera di Chicago, San Francisco Opera, Bayerische Staatsoper di Monaco, Glyndebourne Opera Festival, Rossini Opera Festival di Pesaro, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Nacional de São Carlos di Lisbona e National Theatre di Tokyo.

Giovedì 20 aprile si ascolterà la Filarmonica Gioachino Rossini in Rossini in viaggio, affascinante percorso ideato da Donato Renzetti attraverso le entusiasmanti pagine orchestrali del Cigno di Pesaro. Artista di fama internazionale e direttore principale della Filarmonica Gioachino Rossini, sempre attento e sensibile alla promozione della cultura italiana nel mondo, Renzetti diventa ambasciatore di un cammino biografico e musicale per ripercorrere i luoghi che hanno conosciuto e acclamato il grande compositore. Il progetto prevede infatti l'esecuzione delle ouverture operistiche associate alla lettura delle lettere che il Maestro scrisse proprio in relazione a esse e alle loro esecuzioni. Il programma è stato inaugurato all’Auditorium Pedrotti di Pesaro per poi proseguire in prestigiose sedi quali la Sala Verdi di Milano e il Mozarteum di Salisburgo.

La stagione si concluderà il 18 maggio con l'Orchestra Sinfonica del Vorarlberg guidata da Gerard Korsten con un programma che comprende il celebre quartetto La morte e la fanciulla di Franz Schubert nella bellissima trascrizione per orchestra d’archi di Gustav Mahler. Nato in Sudafrica, Gérard Korsten ha iniziato la sua carriera musicale come violinista, per affermarsi in seguito quale uno dei massimi direttori sulla scena internazionale, con successi al Maggio Musicale Fiorentino, all'English National Opera, al Glyndebourne Festival e alla Deutsche Oper Berlin. Nel 2011 ha ricevuto il Diapason D’Or per il DVD delle Nozze di Figaro dirette al Teatro alla Scala di Milano. In campo sinfonico ha diretto le orchestre del Gewandhaus di Lipsia, del Mozarteum di Salzburg, la Chamber Orchestra of Europe, la Camerata Salzburg, la Deutsche Kammerphilharmonie e ha inciso per l'etichetta Deutsche Grammophon. Dal 2005 è direttore musicale dell'Orchestra Sinfonica del Vorarlberg, complesso attivo da oltre trent'anni, che raccoglie i migliori professionisti da Austria, Svizzera, Germania e Liechtenstein per concentrarsi su programmi altamente qualificati eseguiti in tournée e in una delle più acclamate stagioni sinfoniche nella sua sede in Austria occidentale.

 

Concerto

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com