MusicaSuMisura

I care. L’eredità  ignorata

venerdì 01 Dicembre 2017 11:00
presso Teatro Storchi


Testi Antonio Giacometti
Adattamento teatrale
Marina Meinero
Musiche
Luca Benatti e Antonio Giacometti
Regia
Marina Meinero e Alice Melloni
Preparazione del coro
Costanza Gallo
Supervisione gruppo archi
Aldo Bianchi
Coordinatore musicale
Antonio Giacometti
Tecnico audio
Max Comincini
Assistente generale
Samuele Guerzoni

con Marina Meinero, Michele Spanò, l’Orchestra dei ragazzi e coro di voci bianche dell’ISSM “Vecchi-Tonelli” di Modena e Carpi, con la partecipazione degli allievi dell’Accademia “Il Flauto Magico” di Formigine e del Liceo Musicale “C. Sigonio” di Modena

produzione Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi-Tonelli”


I care è la storia di una bambina del 1957 che a 10 anni, alla fine della quinta elementare, legge "Lettera ad una professoressa", rimanendone profondamente colpita. I principi educativi che escono dal libro si depositano per sempre nella sua memoria, guidandola nel suo percorso da musicista e da insegnante, fino all'elaborazione di una precisa idea d'insegnamento, applicato soprattutto nel contesto della musica d'insieme per bambini e ragazzi. Un modo d'insegnare e di rapportarsi attento ai mutamenti sociali e culturali avvenuti negli ultimi trent'anni, ma anche pronto a recepire gli universali educativi proposti da Don Milani quasi mezzo secolo fa - collaborazione, autonomia, reciprocità – quegli stessi universali che la nostra scuola, come sistema, fa ancora molta fatica a recepire e ad applicare.
L'opera, esattamente un Oratorio per due attori, cantanti, coro di voci bianche e orchestra junior dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vecchi-Tonelli" di Modena, con la collaborazione dell'Accademia "Il Flauto Magico" di Formigine e del Liceo "Carlo Sigonio", è stata prodotta dall’Istituto “Vecchi-Tonelli” per ricordare con una riflessione multimediale sulla scuola il cinquantesimo anno dalla morte di Don Lorenzo Milani, Priore di Barbiana.


La Fondazione Teatro Comunale di Modena propone, come ogni anno, un calendario di spettacoli rivolto alle famiglie e agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado con l’obiettivo di rendere le generazioni più giovani partecipi della sua attività e di favorire un rapporto di qualità con la produzione di musica e teatro musicale. Agli appuntamenti di MusicaSuMisura, realizzati grazie al contributo fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, si affiancano gli spettacoli specifici per le scuole, gli itinerari didattici e l’attività di formazione a disposizione di un’utenza che va dalle scuole dell’infanzia al pubblico adulto. Numerose iniziative sono inserite negli Itinerari Scuola Città del Comune di Modena.

Quest'anno la rassegna, che ha sospeso la normale attività al pubblico a causa dell'emergenza sanitaria, propone una nuova inziativa di video pensata per i più piccoli.

Il giorno 7 febbraio 2021 alle ore 17 debutterà una nuova rassegna dedicata ai bambini dai 4 anni dal titolo “Musiche da Favola”, letture e racconti dal mondo della fiaba. Un modo per portare a casa dei bambini piccole produzioni musicali di qualità, pensate per il video, in un momento di chiusura dei teatri, attivando al tempo stesso collaborazioni con artisti e istituzioni teatrali cittadine. In questo momento difficile il Teatro Comunale intende infatti aiutare il settore dello spettacolo anche mettendosi a disposizione come cassa di risonanza di artisti, collaborazioni e istanze creative locali. Come da programma, che ritornerà con cadenza settimanale sul canale YouTube del teatro per tutte le domeniche di febbraio alla stessa ora, il Teatro ha chiesto a quattro diversi compositori attivi a Modena di scrivere le musiche per accompagnare dal vivo la lettura di 4 favole per l’infanzia. L’adattamento e la lettura dei testi è stata invece affidata a quattro gruppi teatrali modenesi: Cajka Teatro, Sted, Peso Specifico Teatro, e Drama Teatro. Sisifo, ispirato al mito greco, sarà il primo titolo, con la narrazione di Laura Tondelli e Athena Pozzati e la musica di Stefano Seghedoni eseguita da Federica Cipolli al pianoforte e da Silvia Torri al clarinetto. Il 14 febbraio sarà la volta de I tre cani, tratta dalle fiabe italiane di Italo Calvino e letta da Tony Contartese con la musica di Saverio Martinelli al pianoforte accompagnato dal flauto di Valentina Marrocolo. Il 21 febbraio, sempre alle 17, la favola popolare russa Vasilissa e la Baba Jaga sarà narrata da Alessandra Amerio con la musica di Raffaele Sargenti eseguita da Nicola Fratti al pianoforte e da Giacomo Fato alle percussioni. Il giorno 28 la rassegna si concluderà con Hansel e Gretel, letta da Elena Galeotti e Stefano Vercelli. La musica è di Francesco Luppi (che siederà al pianoforte accanto al violoncello di Anna Freschi).