News

Shaloma Locomotiva Orchestra 32+1

giovedì 29 Aprile 2021 20:00


l’Altro Suono festival 2021

Voce, pianoforte preparato, chitarra noise Mirco Mariani
Voce Mauro Ermanno Giovanardi
Voce Gilda
Tromba, flicorno, elettronica Paolo Fresu
Trautonium Peter Pichler 
GRP sintetizzatore modulare A4, Elka synthex Luigi Savino
Theremin preparato Massimo Simonini
Chitarra elettrica, mellotron Mirko ‘Marcello’ Monduzzi
Chitarra elettrica, chitarra synth, Arturia Matrixbrute Alfredo Nuti
Batteria Fabio Nobile
Direttore Roberto Molinelli
Orchestra Filarmonica Italiana

Musiche Mirco Mariani 
Arrangiamenti per orchestra Domenico Caliri
Progetto commissionato da AngelicA

Collaborazione Fondazione Teatro Comunale di ModenaFestival l’Altro SuonoAngelicA Festival Internazionale di Musica, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia – Festival Aperto; con il sostegno di Regione Emilia-Romagna  Assessorato alla Cultura.

Lo spettacolo viene presentato grazie alla collaborazione del Festival l’Altro Suono con AngelicA di Bologna e Festival Aperto di Reggio Emilia. A partire dal 2014 AngelicA ha prodotto e commissionato al musicista e compositore Mirco Mariani, poliedrico sperimentatore della forma-canzone (Saluti da Saturno, eXtraLiscio, Fwora Jorgensen), progetti speciali di variazione, estensione e nuovi arrangiamenti del repertorio delle formazioni da lui fondate.
Con Shaloma Locomotiva Orchestra 32+1, per la prima volta una selezione di canzoni tratte da tutte le sue produzioni vengono eseguite insieme a un’orchestra di 22 elementi che si affianca ad alcuni collaboratori abituali di Mariani e ad ospiti di fama nazionale e internazionale, tra i quali il cantante Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), la tromba/flicorno più elettronica di Paolo Fresu e il virtuoso di Trautonium Peter Pichler.
Le canzoni scomposte (e ricomposte) per 32+1 musicisti diventano terreno di incontro-scontro tra la classicità dell’orchestra e il suono impalpabile di strumenti fuori dall’ordinario.

In occasione del concerto, la capienza del Teatro sarà limitata secondo le regole di distanziamento come da decreto ministeriale, così come le modalità di accesso e di comportamento durante lo spettacolo.

Acquisto biglietti

L’acquisto dei biglietti al concerto potrà avvenire sia online (www.teatrocomunalemodena.it), sia per telefono (chiamando il numero 059 2033010), sia recandosi alla biglietteria di Corso Canalgrande 85.

La biglietteria sarà aperta da sabato 24 aprile tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 14 e dalle ore 16 alle ore 19. Il giorno 29 la biglietteria chiuderà alle ore 14.

Tutte le informazioni sul concerto e sull’accesso al Teatro sono disponibili sul sito www.teatrocomunalemodena.it

Modalità di accesso – misure di prevenzione Covid 19

Per la vostra sicurezza l’accesso e la permanenza in Teatro saranno regolati seguendo le misure di contenimento Covid-19 contenute nelle linee guida per eventi spettacoli emanate dalla Regione Emilia Romagna e dal Governo.

  • E’ indispensabile arrivare in Teatro con congruo anticipo, per i palchi 45 minuti prima dell’inizio, per platea e loggione 30 minuti prima dell’inizio
  • L’ingresso in Teatro è consentito ad una persona alla volta e solo se già in possesso dell’assegnazione del posto. 
  • All’ingresso indossare la mascherina e mantenere la distanza di almeno 1 metro se in coda.
  • Un addetto misurerà la temperatura utilizzando un termometro digitale.
  • E’ indispensabile mantenere la distanza di almeno 1 mt dalle altre persone anche all’interno del Teatro.
  • Durante tutto il periodo di permanenza all’interno del Teatro è obbligatorio indossare la mascherina.
  • Sarà a disposizione il gel sanificante agli ingressi, nei bagni e in vari punti all’interno del Teatro.
  • L’accesso in biglietteria è consentito ad un massimo di tre persone la volta.
  • Non è consentito l’accesso a chi ha la temperatura corporea superiore a 37,5 C° o altri sintomi influenzali (quali tosse, starnuti, difficoltà respiratorie) né a chi proviene dai paesi previsti dalle attuali normative vigenti, senza aver ottemperato agli obblighi della quarantena; si ricorda che in tal senso la responsabilità in termini di Legge è del diretto interessato.

Mirco Mariani ha suonato per diversi anni con Enrico Rava e Vinicio Capossela e ha collaborato con vari musicisti tra i quali Marc Ribot, Arto Lindsay, Stefano Bollani.
Nel 2010 dà vita ai Saluti da Saturno, combo dedicato alla forma-canzone con cui produce quattro apprezzati album. Come “Progetto regionale” per AngelicA 2014 crea la Shaloma Locomotiva Orchestra, formazione che esordisce con un prestigioso parterre di ospiti (Mitchell Froom, Paolo Fresu, Jimmy Villotti, Bruno Perrault, Gianfranco Grisi) e i cui concerti del 2014 e 2016 sono stati documentati nel cd 3×3+1 (i dischi di AngelicA 2020).
Fonda anche, assieme a Moreno il Biondo dell’Orchestra Grande Evento e alla storica “voce della Romagna” Mauro Ferrara, il gruppo eXtraLiscio. L’album d’esordio del progetto collaterale Fwora Jorgensen, con ospiti come Francesco Bianconi e Mauro Ermanno Giovanardi, Mitchell Froom e Fiorenzo Tassinari è uscito nel febbraio 2019.
Nel 2019 ha suonato anche in un lungo tour con il cantautore Pacifico e partecipa alla registrazione del primo disco solista di Francesco Bianconi, registrato alla Real World e al Labotron. Nel 2020, con eXtraLiscio, ha composto la sigla GiraGiroGiraGi, canzone ufficiale del Giro d’Italia numero 103 ed Elisabetta Sgarbi dedica loro il film Punk da balera – si ballerà finché entra la luce dell’alba, scritto con Ermanno Cavazzoni, già presentato in sedi come la Biennale del Cinema di Venezia, il Festival di Berlino e il Los Angeles Italia Film Fest.
Compone inoltre alcuni brani per il film Lei mi parla ancora di Pupi Avati. Nel 2021 fa scalpore la partecipazione degli eXtraLiscio con Davide Toffolo al festival di Sanremo, che precede l’uscita del loro terzo album, È bello perdersi (Betty Wrong Edizioni Musicali).
Appassionato collezionista di tastiere elettroniche vintage, ha creato il LABOTRON, laboratorio pensato come centro di sperimentazione musicale aperto alle più disparate collaborazioni.