Dabaghyan Quintet

7 luglio ore 21 - Cortile del Melograno

Nel 2005, il duduk viene proclamato capolavoro rappresentativo della tradizione musicale armena all’interno del “Programma dei Capolavori del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità”. È uno strumento popolare dal timbro caldo, leggermente nasale e dalla sonorità fortemente evocativa, che accompagna i canti e le danze di tutte le regioni dell’Armenia oltre che essere lo strumento privilegiato per i raduni matrimoniali o funebri. Gevorg Dabaghyan è il massimo specialista vivente di questo antichissimo strumento e fondatore di varie formazioni tra cui l’Ensemble Shoghaken, votato alla salvaguardia del ricchissimo patrimonio folkloristico armeno. Nato nel 1965 in Armenia, insegna al Conservatorio Statale di Erevan. Dal 1991 ha intrapreso una carriera che lo ha portato a farsi apprezzare a livello internazionale e a collaborare con musicisti come Gidon Kremer, Jan Garbarek e Yo-Yo Ma. È noto anche per aver eseguito colonne come Ararat (del regista armenocanadese Atom Egoyan) e Masseria delle Allodole dei fratelli Taviani, entrambi dedicati alle vicende del genocidio armeno perpetrato dal governo dei Giovani Turchi nel 1915.

Dabaghyan Quintet

Musiche dall’Armenia

Gevorg Dabaghyan duduk
Karine Hovhannisyan qanun
Armen Ayvazyan kamantcha
Grigor Takushyan duduk-dam
Kamo Khachatryan dhol

Musiche sotto il cielo – Cortile del Melograno – Via dei Servi 21, Modena
inizio spettacoli ore 21
biglietti in vendita dal 14 giugno.
Prezzo intero 15 euro. Ridotto (under 27 e over 65) 10 euro

Orari Biglietteria
Apertura sportello Corso Canalgrande 85:
martedì – mercoledì – giovedì – venerdì dalle ore 16 alle ore 19;
sabato dalle ore 10 alle ore 13.30.
Biglietteria telefonica
Telefono 059 203 3010:
dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.30