MusicaSuMisura

BECCO DI RAME

venerdì 10 Gennaio 2020 10:00


dal libro di Alberto Briganti

COMPAGNIA TEATRO DEL BURATTO
Adattamento drammaturgico Ira Rubini
Ideazione e messa in scena Jolanda Cappi, Giusy Colucci, Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
Musiche originali di Andrea Ferrario
In scena Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
Voci Francesco Orlando, Flavia Ripa, Valentina Scuderi, Nadia Milani, Serena Crocco
Pupazzi Chiara De Rota, Linda Vallone
Scenografie e oggetti Raffaella Montaldo, Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
Luci Marco Zennaro
Direttore di produzione Franco Spadavecchia

Teatro d’animazione su nero

Fascia d’età: dai 3 anni
Durata dello spettacolo 55 minuti

Becco di Rame racconta una vicenda realmente accaduta nella fattoria di Alfredo e Gisella, a Figline Valdarno, un paese della campagna toscana. La storia di un’oca Tolosa che una notte, per proteggere l’aia e il pollaio, in una lotta furiosa con la volpe, perde la parte superiore del becco rischiando di non poter sopravvivere. Ma un veterinario, il dottor Briganti, ha un’intuizione geniale e crea una protesi di rame che le permette di vivere normalmente nonostante la disabilità acquisita.

Mentre lo spettacolo narra la sua storia, i bambini si possono immedesimare nel nostro protagonista che, ancora pulcino, viene portato nella fattoria dove si svolge l’intera vicenda. È qui che incontra gli altri personaggi: le galline, tre vecchie zie brontolone dal cuore tenero, i maiali, marito e moglie, che diventano genitori adottivi affettuosi e inseparabili e la cicogna, viaggiatrice instancabile che conosce il mondo, ideale di bellezza e libertà. Le relazioni che si instaurano tra i personaggi hanno un’evoluzione che procede di pari passo con la crescita del protagonista.

La metafora del mondo animale affronta con leggerezza ma con profondità il tema importante della diversità.

Nato nel 1975, il Teatro del Buratto è una cooperativa sociale con sede a Milano che si occupa di produzione e promozione culturale e teatrale, con una particolare attenzione per le nuove generazioni attraverso il teatro di figura e d’immagine. Dal 2016 gestisce per il comune di Milano il Teatro Bruno Munari, dove ha istituito il primo polo stabile di attività teatrali e culturali per l’infanzia e i giovani della Regione Lombardia, in cui si alternano spettacoli, incontri, laboratori teatrali, momenti di formazione, scambi internazionali e attività sul territorio.

 


La Fondazione Teatro Comunale di Modena propone, come ogni anno, un calendario di spettacoli rivolto alle famiglie e agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado con l’obiettivo di rendere le generazioni più giovani partecipi della sua attività e di favorire un rapporto di qualità con la produzione di musica e teatro musicale. Agli appuntamenti di MusicaSuMisura, realizzati grazie al contributo fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, si affiancano gli spettacoli specifici per le scuole, gli itinerari didattici e l’attività di formazione a disposizione di un’utenza che va dalle scuole dell’infanzia al pubblico adulto. Numerose iniziative sono inserite negli Itinerari Scuola Città del Comune di Modena.

Quest'anno la rassegna, che ha sospeso la normale attività al pubblico a causa dell'emergenza sanitaria, propone una nuova inziativa di video pensata per i più piccoli.

Il giorno 7 febbraio 2021 alle ore 17 debutterà una nuova rassegna dedicata ai bambini dai 4 anni dal titolo “Musiche da Favola”, letture e racconti dal mondo della fiaba. Un modo per portare a casa dei bambini piccole produzioni musicali di qualità, pensate per il video, in un momento di chiusura dei teatri, attivando al tempo stesso collaborazioni con artisti e istituzioni teatrali cittadine. In questo momento difficile il Teatro Comunale intende infatti aiutare il settore dello spettacolo anche mettendosi a disposizione come cassa di risonanza di artisti, collaborazioni e istanze creative locali. Come da programma, che ritornerà con cadenza settimanale sul canale YouTube del teatro per tutte le domeniche di febbraio alla stessa ora, il Teatro ha chiesto a quattro diversi compositori attivi a Modena di scrivere le musiche per accompagnare dal vivo la lettura di 4 favole per l’infanzia. L’adattamento e la lettura dei testi è stata invece affidata a quattro gruppi teatrali modenesi: Cajka Teatro, Sted, Peso Specifico Teatro, e Drama Teatro. Sisifo, ispirato al mito greco, sarà il primo titolo, con la narrazione di Laura Tondelli e Athena Pozzati e la musica di Stefano Seghedoni eseguita da Federica Cipolli al pianoforte e da Silvia Torri al clarinetto. Il 14 febbraio sarà la volta de I tre cani, tratta dalle fiabe italiane di Italo Calvino e letta da Tony Contartese con la musica di Saverio Martinelli al pianoforte accompagnato dal flauto di Valentina Marrocolo. Il 21 febbraio, sempre alle 17, la favola popolare russa Vasilissa e la Baba Jaga sarà narrata da Alessandra Amerio con la musica di Raffaele Sargenti eseguita da Nicola Fratti al pianoforte e da Giacomo Fato alle percussioni. Il giorno 28 la rassegna si concluderà con Hansel e Gretel, letta da Elena Galeotti e Stefano Vercelli. La musica è di Francesco Luppi (che siederà al pianoforte accanto al violoncello di Anna Freschi).